Lago di Tenno, acque limpide per nuotare e sentieri per passeggiare

Dalla terrazza di Villa Giosi, mentre sorseggiate il vostro caffé, mangiate un panino o consumate il vostro pranzo o la vostra cena, potete ammirare la bellezza del lago di Tenno.

Il Lago di Tenno è un lago molto giovane. Si è formato intorno all’anno 1100 e deve la sua origine a seguito di una frana del dosso di Ville del Monte, che ha bloccato il corso del suo immissario, il Rì Sec, o Rio Secco.

Il Lago di Tenno si trova a nord del Lago di Garda, a 14 km da Riva del Garda, e a un altitudine di 570 metri sul livello del mare.

La superficie del Lago di Tenno è di poco meno di 200 metri quadrati, dato che lo annovera come sesto lago più grande del Trentino.

Prima o dopo una sosta a Villa Giosi, vi consigliamo vivamente di visitare il Lago di Tenno per un momento di relax. Nella bella stagione è possibile nuotare o semplicemente immergersi nelle sue acque, dal colore azzurro-turchese molto intenso che varia con il variare delle stagioni dell’anno. Tale colorazione, davvero caratteristica, è dovuta alla ricchezza di minerali presenti nelle acque del suo immissario.

Qualche ora di relax al lago di Tenno, prendendo il sole o nuotando nelle sue acque turchesi

Il Lago di Tenno costituisce un particolare biotipo che è incluso nella Riserva della Biosfera UNESCO “Alpi Ledrensi e Judicaria”. Inoltre, tutto intorno al suo bacino, sono presenti pascoli e foreste e anche sentieri percorribili a piedi. Poco distante dal Lago, inoltre, sorge l’abitato di Canale di Tenno, un borgo di origine medievale considerato uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Al centro del Lago di Tenno si trova un isolotto. Poiché il lago è caratterizzato da forti variazioni nel livello dell’acqua, talvolta in estate l’isolotto diventa una penisola raggiungibile a piedi.

Curiosità: il punto più profondo del Lago di Tenno è 47.7 metri e si trova in prossimità della fonte del torrente Laurel, il secondo immissario del lago.

Il Lago di Tenno ha un solo emissario, il torrente Picinino che va poi ad affluire nel fiume Magnone, da dove nascono le Cascate di Varone e il parco Grotta Cascata Varone, una delle attrazioni più suggestive di questa zona. Qui si può seguire un percorso di sentieri, ponti e tunnel scavati nella montagna.